BASF Agricultural Solutions Italia
Agricoltura

Vivando®

Fungicida antioidico specialistico nella difesa contro l’oidio delle colture orticole e della vite con la sostanza attiva metrafenone

Benefici

  • Elevata efficacia sull'oidio di numerose colture
  • Meccanismo di azione innovativo
  • Elevata flessibilità di applicazione
  • Massima selettività colturale
  • Ottima miscibilità con antiperonosporici

Maggiori dettagli

Nome Vivando®
Formulazione Sospensione concentrata (SC)
Composizione 500 g/l Metrafenone

Su colture Orticole e su Vite: utilizzare VIVANDO® in maniera preventiva nell’ambito di un programma di trattamenti che preveda la rotazione di sostanze attive caratterizzate da un diverso meccanismo d’azione. Per sfruttare appieno le potenzialità del prodotto, si consiglia l’uso ad inizio dei trattamenti e nella fase di maggiore sensibilità all’Oidio. VIVANDO® si integra perfettamente in una strategia di difesa che preveda l’uso di SERCADIS® e/o CANTUS® per la Vite e COLLIS® e/o DAGONIS® per le colture Orticole. Con alte pressioni della malattia o con rapida crescita della vegetazione si raccomandano le dosi più alte e gli intervalli più brevi.

Su colture Orticole e su Vite: utilizzare VIVANDO® in maniera preventiva nell’ambito di un programma di trattamenti che preveda la rotazione di sostanze attive caratterizzate da un diverso meccanismo d’azione. Per sfruttare appieno le potenzialità del prodotto, si consiglia l’uso ad inizio dei trattamenti e nella fase di maggiore sensibilità all’Oidio. VIVANDO® si integra perfettamente in una strategia di difesa che preveda l’uso di CANTUS® per sola Vite e COLLIS® per colture Orticole e Vite. Con alte pressioni della malattia o con rapida crescita della vegetazione si raccomandano le dosi più alte e gli intervalli più brevi.

Il numero massimo di interventi per anno su colture Orticole è pari a 2 e su Vite è pari a 3. I trattamenti vanno sospesi 28 giorni prima della raccolta su Vite e 3 giorni prima della raccolta per le colture Orticole. VIVANDO®, applicato da solo, non ha mai causato danni ai diversi vitigni e colture Orticole registrate sin qui saggiati.

Cetriolo

Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio Delle Cucurbitacee 20 ml/hl 200 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato anceh su Erysiphe Cichoracearum
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio Delle Cucurbitacee 20 ml/hl 200 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato anceh su Erysiphe Cichoracearum
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio 30 ml/hl 300 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato su Leveilula taurica
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio Delle Cucurbitacee 20 ml/hl 200 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato anceh su Erysiphe Cichoracearum
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio 30 ml/hl 300 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato su Leveilula taurica
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Mal bianco (oidio) 25-75 ml/hl 250-750 ml/ha Ad inizio dei trattamenti e nelle fasi sensibili 2 - Registrato anche su Podosphaera sp. Erysiphe Sp.
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio 30 ml/hl 300 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato su Leveilula taurica
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio della Vite (Uncinula Necator) 20-25 ml/hl 200-250 ml/ha Periodi favorevoli all'infezione 3 28
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio della Vite (Uncinula Necator) 20-25 ml/hl 200-250 ml/ha Periodi favorevoli all'infezione 3 28
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio Delle Cucurbitacee 20 ml/hl 200 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato anceh su Erysiphe Cichoracearum

Classificazione (Icone tossicità)

  • GHS-09 - GHS09 - Pericoloso per l'ambientePrecauzioni: le sostanze non devono essere disperse nell'ambiente.
Nome Vivando®
Formulazione Sospensione concentrata (SC)
Composizione 500 g/l Metrafenone

Su colture Orticole e su Vite: utilizzare VIVANDO® in maniera preventiva nell’ambito di un programma di trattamenti che preveda la rotazione di sostanze attive caratterizzate da un diverso meccanismo d’azione. Per sfruttare appieno le potenzialità del prodotto, si consiglia l’uso ad inizio dei trattamenti e nella fase di maggiore sensibilità all’Oidio. VIVANDO® si integra perfettamente in una strategia di difesa che preveda l’uso di SERCADIS® e/o CANTUS® per la Vite e COLLIS® e/o DAGONIS® per le colture Orticole. Con alte pressioni della malattia o con rapida crescita della vegetazione si raccomandano le dosi più alte e gli intervalli più brevi.

Su colture Orticole e su Vite: utilizzare VIVANDO® in maniera preventiva nell’ambito di un programma di trattamenti che preveda la rotazione di sostanze attive caratterizzate da un diverso meccanismo d’azione. Per sfruttare appieno le potenzialità del prodotto, si consiglia l’uso ad inizio dei trattamenti e nella fase di maggiore sensibilità all’Oidio. VIVANDO® si integra perfettamente in una strategia di difesa che preveda l’uso di CANTUS® per sola Vite e COLLIS® per colture Orticole e Vite. Con alte pressioni della malattia o con rapida crescita della vegetazione si raccomandano le dosi più alte e gli intervalli più brevi.

Il numero massimo di interventi per anno su colture Orticole è pari a 2 e su Vite è pari a 3. I trattamenti vanno sospesi 28 giorni prima della raccolta su Vite e 3 giorni prima della raccolta per le colture Orticole. VIVANDO®, applicato da solo, non ha mai causato danni ai diversi vitigni e colture Orticole registrate sin qui saggiati.

Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio Delle Cucurbitacee 20 ml/hl 200 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato anceh su Erysiphe Cichoracearum
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio Delle Cucurbitacee 20 ml/hl 200 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato anceh su Erysiphe Cichoracearum
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio 30 ml/hl 300 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato su Leveilula taurica
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio Delle Cucurbitacee 20 ml/hl 200 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato anceh su Erysiphe Cichoracearum
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio 30 ml/hl 300 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato su Leveilula taurica
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Mal bianco (oidio) 25-75 ml/hl 250-750 ml/ha Ad inizio dei trattamenti e nelle fasi sensibili 2 - Registrato anche su Podosphaera sp. Erysiphe Sp.
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio 30 ml/hl 300 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato su Leveilula taurica
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio della Vite (Uncinula Necator) 20-25 ml/hl 200-250 ml/ha Periodi favorevoli all'infezione 3 28
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio della Vite (Uncinula Necator) 20-25 ml/hl 200-250 ml/ha Periodi favorevoli all'infezione 3 28
Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Oidio Delle Cucurbitacee 20 ml/hl 200 ml/ha Periodi critici all'infezione 2 3 Registrato anceh su Erysiphe Cichoracearum
  • GHS-09 - GHS09 - Pericoloso per l'ambientePrecauzioni: le sostanze non devono essere disperse nell'ambiente.
Inizio