BASF Agricultural Solutions Italia

Agricoltura

Contatti

La nostra rete europea di aziende agricole

La rete BASF di aziende agricole è costituita da un gruppo di aziende che collaborano con noi per dimostrare come un’agricoltura produttiva possa convivere in completa armonia con la natura. Attualmente la rete include 11 aziende in Repubblica Ceca, Francia, Germania, Italia, Polonia e Regno Unito.

In che modo funziona la rete? Collaboriamo con i principali attori, quali agricoltori, ricercatori, organizzazioni ambientali locali e associazioni agricole ed altri gruppi di interesse, per sviluppare insieme metodologie agricole innovative. Ognuno contribuisce con la propria esperienza.

BASF e i suoi partner locali si occupano di fornire consulenza agli agricoltori su come adottare tecniche sostenibili. I risultati sono misurati nel corso del tempo da strutture indipendenti e l’esperienza è poi condivisa e inglobata nei programmi successivi.

In fin dei conti, l’agricoltura è un’attività di business. Gli agricoltori che condividono con noi questa esperienza sono imprenditori indipendenti, che gestiscono la propria azienda come una qualsiasi attività commerciale. Noi aiutiamo gli agricoltori ad aumentare i propri utili e le proprie rese tutelando al contempo la biodiversità, l’acqua e le altre risorse.


Il nostro pensiero

Le aziende si differenziano per dimensione e tipo di produzione (dai cereali alla colza, dalle orticole alla vite), e per questa ragione i criteri di valutazione devono essere altrettanto vari. Gli ambiti di valutazione spaziano dalla praticità d’uso per l’agricoltore agli impatti misurabili in termini di tutela delle risorse naturali o maggiore livello di biodiversità.

Le nostre prove hanno un approccio molto pratico. Dopo aver ricevuto informazioni su una particolare pratica agricola sostenibile, l’agricoltore può adottarla, dapprima in un’area limitata della propria azienda, così da poter valutare se sia ragionevole estenderla ad una porzione più ampia.


Esperti indipendenti valutano la biodiversità di ciascuna azienda, utilizzando metodi e standard riconosciuti. I dati monitorati includono il numero di uccelli, di impollinatori (incluse api selvatiche e farfalle) e insetti utili al controllo dei parassiti.

L’identificazione e il monitoraggio delle specie presenti in azienda non è utile solo ai fini della valutazione, ma rappresenta un’enorme risorsa per la pianificazione di strategie volte a incoraggiare la presenza di altre specie benefiche.

Inizio