BASF Agricultural Solutions Italia
Agricoltura

Contatti

TESSIOR®

Fungicidi

FUNGICIDA PRONTO PER L'USO PER IL CONTROLLO DELLE MALATTIE DEL LEGNO DELLA VITE.

TESSIOR® è il primo fungicida di sintesi specificatamente studiato per proteggere la vite dalle pericolose malattie del legno ascrivibili al complesso del mal dell'Esca e dell'Eutipiosi.

Benefici

  • Efficace nel prevenire il mal dell’esca e le altre malattie del legno
  • Eccellente protezione delle ferite da potatura con una buona velocità di applicazione
  • Ottima protezione a lungo termine del vigneto
  • Valido ritorno dell’investimento nel medio-lungo periodo, massimizzando la resa e la qualità

Informazioni generali

Nome TESSIOR®
Formulazione Sospensione concentrata per applicazione diretta (SD)
Composizione 5 g/l Pyraclostrobin, 10 g/l Boscalid
Scheda di Sicurezza Scheda di Sicurezza
Etichetta Etichetta
Documentaizone Brochure Tessior

TESSIOR® va applicato nel periodo di dormienza della vite nei giorni immediatamente successivi alla potatura invernale, in modo da massimizzarne l'efficacia e lasciare la ferita da taglio esposta alle potenziali infezioni per il minor tempo possibile.

Per applicare Tessior in maniera puntiforme sui tagli di potatura, BASF, insieme alle Società MESTO (produttore) e FELCO (distributore per l'Italia), ha realizzato un apposito applicatore che consente di rendere il trattamento preciso, uniforme ed efficiente.

L'applicatore è stato appositamente studiato per distribuire la giusta quantità di prodotto nelle ferite in modo da massimizzarne l'efficacia e consiste in uno zainetto portato a spalla, nel quale si inserisce direttamente in modo semplice e immediato il flacone di TESSIOR®; l'operatore un volta indossato l'applicatore dovrà procedere al trattamento indirizzando il getto sulla ferita di potatura mediante l'apposita pistola dell'applicatore. Per il corretto utilizzo dell'applicatore vanno seguite le istruzioni contenute nello stesso.

Il tempo necessario per l'applicazione varia in funzione del numero di ferite per ettaro da proteggere, che a sua volta dipende dalla forma di allevamento e dalla fittezza dell'impianto. Le forme di allevamento con pochi tagli per pianta (es. Guyout) sono quelle che richiedono il minore investimento di ore/ettaro (indicativamente da 4 a 8 ore)

Informazioni dettagliate sulle colture e le avversità

Avversità Applicazione Tempo di applicazione Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Eutipiosi Max 20 litri/ettaro Dopo la potatura 1 -
Mal dell'esca Max 20 litri/ettaro Dopo la potatura 1 - N.B.: Malattie del legno ascrivibili al complesso del Mal dell’esca (Phaemoniella chlamydospora, Phaeoacremonium aleophilum), a Botryosphaeria spp. E all’Eutipiosi (Eutypa lata)
Inizio