BASF Agricultural Solutions Italia
Agricoltura

Gulliver®

Erbicida solfonilureico di post-emergenza attivo nei confronti delle principali infestanti della risaia, caratterizzato da bassa dose d‘impiego, buona selettività ed ottimo profilo ecotossicologico

Benefici

  • Ottima miscibilità
  • Ampio spettro d'azione, efficace su infestanti dicotiledoni e graminacee
  • Selettivo ed efficace indipendentemente dalle condizioni atmosferiche

Informazioni generali

Nome Gulliver®
Formulazione Granuli idrodispersibili (WG)
Composizione 50 g Azimsulfuron

Gulliver® deve essere applicato su riso allo stadio compreso tra le 3 foglie e l'accestimento addizionando un bagnante non ionico. Il momento ottimale per trattare le infestanti sensibili è il seguente:

Echinochloa spp.(giavoni) dallo stadio di 1 a 4 foglie, comunque prima dell'inizio accestimento.

Altre monocotiledoni non graminacee e dicotiledoni:

- da seme: dallo stadio di 1 a 4/6 foglie;

- da rizoma: da plantula sino allo stadio che precede l'emissione dello scapo fiorale.

Gulliver® è un erbicida sulfonilureico di post-emergenza attivo nei confronti delle principali infestanti della risaia, caratterizzato da bassa dose d‘impiego, buona selettività ed ottimo profilo ecotossicologico. Poiché Gulliver® non ha attività residuale, l’effetto erbicida si manifestasolo sulle infestanti presenti al momento del trattamento. Nel contesto della tecnologia Clearfield®, l’utilizzo di Gulliver® permette un ottimale controllo di Cyperus serotinus e Cyperus esculentus in caso di infestazioni elevate.

Qualora Gulliver® sia utilizzato a dosaggi eccessivi o miscelato con insetticidi fosforganici si potrebbe verificare una riduzione della selettività.

Riso

Avversità Dose Epoca d'impiego Numero Massimo di trattamenti annui Intervallo di sicurezza Note
Cipollino 40/50 g/ha addizionato ad un bagnante non ionico 200-400 l/ha utilizzando ugelli a ventaglio e pressioni di esercizio medio-basse (1-2 atmosfere) 1 - Registrato anche su Scirpus (Bolboschoenus e Schoenoplectus
Cucchiaio 40/50 g/ha addizionato ad un bagnante non ionico 200-400 l/ha utilizzando ugelli a ventaglio e pressioni di esercizio medio-basse (1-2 atmosfere) 1 -
Cucchiaio stretto 40/50 g/ha addizionato ad un bagnante non ionico 200-400 l/ha utilizzando ugelli a ventaglio e pressioni di esercizio medio-basse (1-2 atmosfere) 1 -
Eterantera a foglia reniforme 40/50 g/ha addizionato ad un bagnante non ionico 200-400 l/ha utilizzando ugelli a ventaglio e pressioni di esercizio medio-basse (1-2 atmosfere) 1 - Registrato anche su Heteranthera limosa
Giavone 40/50 g/ha addizionato ad un bagnante non ionico 200-400 l/ha utilizzando ugelli a ventaglio e pressioni di esercizio medio-basse (1-2 atmosfere) 1 - Registrato anche su Ammania (Ammannia coccinea)
Giunco Fiorito 40/50 g/ha addizionato ad un bagnante non ionico 200-400 l/ha utilizzando ugelli a ventaglio e pressioni di esercizio medio-basse (1-2 atmosfere) 1 -
Lindernia Dubia 40/50 g/ha addizionato ad un bagnante non ionico 200-400 l/ha utilizzando ugelli a ventaglio e pressioni di esercizio medio-basse (1-2 atmosfere) 1 -
Porro 40/50 g/ha addizionato ad un bagnante non ionico 200-400 l/ha utilizzando ugelli a ventaglio e pressioni di esercizio medio-basse (1-2 atmosfere) 1 -
Quadrettone 40/50 g/ha addizionato ad un bagnante non ionico 200-400 l/ha utilizzando ugelli a ventaglio e pressioni di esercizio medio-basse (1-2 atmosfere) 1 -
Tifa 40/50 g/ha addizionato ad un bagnante non ionico 200-400 l/ha utilizzando ugelli a ventaglio e pressioni di esercizio medio-basse (1-2 atmosfere) 1 -
Zigolo delle risaie 40/50 g/ha addizionato ad un bagnante non ionico 200-400 l/ha utilizzando ugelli a ventaglio e pressioni di esercizio medio-basse (1-2 atmosfere) 1 - Registrato anche su Cyperus esculentus Zigolo dolce

Classificazione (Icone tossicità)

  • GHS-09 - GHS09 - Pericoloso per l'ambientePrecauzioni: le sostanze non devono essere disperse nell'ambiente.
Inizio